Cratete di Tebe l’antecristo

 Cratete_di_Tebe.png

 di maximoRedhttp://culturaindividuale.myblog.it/media/02/00/2102993219.mp3

Ho, lo so, un blog va curato e scritto spesso, ma io faccio come mi  và.

Non fraintendete, non è mancanza di rispetto, è che se non ho il filo… Diamo ad Arianna ciò che è di Arianna!

Sono un cinico latente, sono affetto da cinismo sgusciante, quasi un opportunismo, se lo confesso è perché non c’è nulla di irrispettoso…  Mentre scrivo sto pensando a Cratete di Tebe, se non ne avete mai sentito parlare andate su Wikipedia, forse troverete esattezze.

Cratete, un “Antecristo”, non un anticristo,  un vero uomo che ha fatto del sé una verità, 2300 anni or sono. Un uomo che oggi chiameremmo con disprezzo; emarginato, reietto, uno di quelli a cui si dà fuoco, perché l’invidia e il malessere civile ci assale come un virus e ci fa dare fuori di testa, ci fa rasare il cranio e ci fa tatuare croci uncinate sul bicipite  a distintivo di una stoltezza difficilmente reversibile.

Antecristo perché preferiva i poveri ai ricchi, ambiva agli emarginati e aveva già venduto tutti i suoi averi, compresi i vestiti, tranne lo straccio che lo copriva,  e distribuito ai bisognosi.

Scusate ma che c’è di strano? Per noi che la mattina ci facciamo la barba e ci mettiamo il deodorante, per noi che ci incazziamo se al semaforo qualcuno ci affianca per partire per primo, che c’è di strano se buttiamo il vecchio materazzo e la vecchia tazza del cesso sui bordi della strada se non ci vede nessuno? Oh, scusate, non avrei dovuto forse accennare a cose così… così… da homo vigliaccus.

Non preoccupatevi, tanto è permesso.

Cratete di Tebe  dicevo, sono pur convinto che se fosse esistito ora sarebbe ricercato e ucciso. Non poco tagliente e giusta nell’etimo la sua lingua. Anarchico! Rivoluzionario! Ammorte! Era riconosciuto nell’agorà, sapevano chi fosse, ed era anche ascoltato quando gli andava di parlare. Lo si poteva trovare a casa di chiunque, invitato o non, per lui le porte erano sempre aperte.  Era il  sovrano di se stesso e gli altri lo sapevano.

Un re che non ha corona, per scettro un bastone nodoso come le proprie ossa e per patrimonio una bisaccia, del resto anche Ercole, eroe di dispendiose fatiche,

 visse e morì solo con una pelle d’orso come vestito e una clava, unici suoi averi… era un semiddìo!

Abbiate un uomo come Ercole o come Cratete di Tebe come idolo o anche Cristo Gesù, pur se quest’ultimo aveva la certezza che sarebbe risorto, “passerà” avrà pensato…

Cratete no, sarebbe vissuto e poscia morto, dir è si mestieri. (scusate il dantismo)

 

Che lo crediate o no,  avrei desiderio di scambiare opinioni con Cratete, passeggiando e scoreggiando dopo una lauta mangiata di fave all’imbrunire, ai confini, presso le mura della città greca, e, da lontano vedere Ipparchia un po’ discinta che ci viene incontro con una bisaccia di vino.

Un caro saluto.

 

Cratete di Tebe l’antecristoultima modifica: 2009-01-13T22:38:57+00:00da maximored
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Cratete di Tebe l’antecristo

  1. io penso che se eluana avesse ascoltato tutto quello che i “signori” della televisione hanno detto in questi giorni…politici, preti, gente comune che non si fa i fatti suoi ecc…avrebbe deciso di lasciarsi morire, solo per il fatto dello scarsissimo rispetto che si è avuto di lei stessa e delle sue condizioni, ma soprattutto dei sentimenti e del dolore della sua famiglia, sentimenti e dolore che nessuno ha il diritto di calpestare e di giudicare:NESSUNO HA IL DIRITTO!
    queste sono faccende umane terribili…drammi che solo chi li vive sulla propria pelle può capire, solo la famiglia può permettersi di decidere e di parlare di SUA figlia…quella ragazza era sua figlia…e lo era 17 anni fa quando è morta in quell incidente! e non è stato il volere di dio a tenerla in vita, ma il volere dell’uomo della scienza e della medicina…non facciamo gli ipocriti in mezzo a tanta ipocrisia!!!
    la gente che parla così in fretta di questioni così grosse e complicate mi fa ridere…è disgustoso! giocare sulla pelle di persone che soffrono da vent anni guardando una figlia mentre si consuma in un letto d ospedale appesa a dei tubi!
    è disgustoso vedere mettere in mostra la sua bellissima foto di vent anni fa ad ogni tg, ad ogni prima pagina…ma che c…di politica è questa!
    pensiamo ai suoi cari ed al loro dolore e ad ogni volta che hanno acceso la televisione in questi ultimi anni…specialmente in questi giorni.
    perchè i signori delle alte sfere non si sono recati all ospedale per guardare da vicino cos era diventata invece di chiacchierare con i loro bei vestiti firmati ed i loro look sempre troppo perfetti?
    oggi conta solo l’immagine, è un mondo di carta, anche riciclata tra l’altro!
    cosa facciamo parlando di questo povero uomo e del suo dramma mettiamo un po’ da parte il resto?
    ci vogliono fottere così? e le migliaia e ligliaia di creature innocenti che muoiono tutti i giorni? anche quello è il volere di dio…tanto per fare un esempio, ce ne sarebbero a miliardi!
    non vogliamo che si applichi l eutanasia su delle vite che non sono + vite e poi applichiamo l iniezione letale ai detenuti?…questo lo decide sempre dio?
    ammazzare persone lo decide dio?
    evidentemente ci sono persone e persone, ma da quel poco che so la dottrina di gesù portava avanti la carità, l uguaglianza e il perdono…non la distinzione il pregiudizio e la falsa morale.
    io ti saluto eluana e mi auguro che tu te ne sia andata in un mondo dove tutto questo male e questo sporco non esista +…ora sei libera!
    mi stringo al tuo papà che capisco e che ammiro: ha tutta la mia solidarietà!
    grazie a tutti
    anna

Lascia un commento